Alcol principale causa di incidenti alla guida, Assoutenti: importante informare

 

Un ciclo di incontri sui problemi dell’alcol per informare sui pericoli della dipendenza ma anche per chiarire i pericoli che corre anche chi ne fa un uso saltuario.
E’ quanto organizzano Assoutenti e Sportelli dei Consumatori in Rete per tornare ad affrontare il delicato argomento sotto diversi punti di vista, sia legale che medico.
Il primo incontro si è tenuto giovedì 29 settembre al centro civico Buranello di via D’Aste, a Genova Sampierdarena.
All’incontro erano presenti anche rappresentanti delle comunità straniere che vivono e lavorano a Genova ed in particolare il Consolato dell’Ecuador mentre a parlare dell’argomento sono intervenuti il procuratore Francesco Cozzi, i rappresentanti di Arcat (Associazione dei club degli alcolisti in trattamento) e Furio Truzzi, presidente nazionale Assoutenti. L’iniziativa ha avuto il patrocinio del Municipio II Centro Ovest. Continua a leggere

,

Sciopero dei treni durante Allerta Maltempo – Assoutenti presenta denunce

Un esposto per chiedere che indaghi sul mancato intervento per spostare lo sciopero del personale dei trasporti ferroviari previsto durante lo stato di Allerta rossa per maltempo in Piemonte e Liguria.
A presentarlo Assoutenti e i Comitati Pendolari Federati, rappresentativi di oltre 240.000 pendolari italiani, che hanno deciso di intervenire dopo la mancata dilazione dello sciopero degli addetti del Gruppo FSI in Piemonte e Liguria. Continua a leggere

,

Libertà di scelta del carrozziere di fiducia – Assoutenti in Trentino per difendere i Consumatori

Assoutenti ancora al fianco della Federazione dei Carrozzieri nella battaglia contro il monopolio delle grandi lobby delle compagnie di assicurazione.
Questa volta l’impegno di chi difende i diritti dei Consumatori è salito sino a quota 1500 metri, in Trentino, alla Baita Monte Pat, sul Monte Vernera-Motesover, nel Comune di Sover (TN) e lo ha fatto per ribadire la propria convinzione sulla necessità di difendere la libertà di scelta degli automobilisti vittima di incidenti e che desiderano far riparare la propria auto presso il proprio carrozziere di fiducia.
Una battaglia che muove da anni sotto lo slogan “Liberi di scegliere” che è risuonato come un richiamo alpino per tutta la durata dell’incontro-convegno.
L’evento è stato organizzato dalle carrozzerie trentine rappresentate da Tullio Tessadri e dal presidente nazionale di FederCarrozzieri, Davide Galli con la partecipazione di Assoutenti. Continua a leggere

,

Problemi con il Canone Rai? Ci pensa Rete Consumatori Italia!

Canone Rai in bolletta? La rivoluzione adesso è realtà. Dopo tanta confusione, una valanga di dubbi da sciogliere e la corsa alla compilazione dei moduli di esenzione, adesso i consumatori si ritrovano la fantomatica bolletta della luce tra le mani, con l’aggiunta del Canone Rai e qualche prevedibile errore annesso.

Tanti i cittadini che si sono già rivolti alle associazioni dei consumatori per avere risposte. Il Canone è stato addebitato nonostante la dichiarazione di non possesso della televisione, nonostante la mancata residenza nell’abitazione, oppure è arrivato “doppio”, sia sulla prima che sulla seconda casa: questi i casi più comuni.

Proprio dalle richieste degli utenti Rete Consumatori Italia ha lanciato il progetto #CANONEINBOLLETTA.IT che, grazie al finanziamento del Ministero dello Sviluppo economico, per i prossimi 12 mesi assisterà i cittadini, informandoli e offrendo consulenza sulle nuove procedure di pagamento del Canone Rai. Rete Consumatori Italia, che unisce Assoutenti, Casa del Consumatore e Codici, potenzierà i suoi servizi attraverso:

  • la creazione di un canale web (www.canoneinbolletta.it) per ottimizzare la reperibilità delle informazioni e l’assistenza online

  • l’attivazione di 4 sportelli online h24 per 365 giorni l’anno, che si uniranno ai 133 sportelli di Rete Consumatori Italia, distribuiti in tutte le regioni italiane

  • l’utilizzo del numero verde 800.168.566 di RCI con attivazione del tasto “prontocanoneinbolletta”, per facilitare l’immediato contatto tra utenti e operatori

I servizi verranno forniti gratuitamente a tutti i cittadini, con un particolare impegno volto a raggiungere anche le fasce più deboli e le persone disabili, impossibilitate a recarsi presso gli sportelli o con deficit visivo.

RCI, la più grande Rete in Italia, è pronta a garantire una concreta ed efficace assistenza ai consumatori, attraverso un piano strategico che dia informazione e consulenza agli utenti e li tuteli nel caso di somme addebitate impropriamente.

,

Treni regionali, dall’1 agosto solo biglietti giornalieri: impossibili cambi last minute!

Una rivoluzione alle porte, l’ennesima per il trasporto ferroviario ligure, sta già sollevando un polverone tra i cittadini e fa temere il peggio alle associazioni dei consumatori, che si stanno preparando ad una nuova estate calda.

Dopo il definitivo stop alla vendita dei biglietti a fascia chilometrica dello scorso dicembre 2015, adesso cambiano le carte in tavola anche per i biglietti dei treni regionali o sovraregionali: dal 1 agosto, infatti, per acquistarne uno verrà richiesto il giorno del viaggio, che sarà stampato sul titolo di viaggio. Il biglietto potrà essere usato esclusivamente entro le 23:59 di quel giorno e avrà una durata massima di validità entro le 4 ore dalla timbratura, contro le vecchie 6 del biglietto classico.

E chi volesse modificare il proprio viaggio? Cambiare ovviamente si potrà, gratis presso i Self Service o in una biglietteriaTrenitalia, oppure anche nei punti vendita SiSALPAY, LisPaga di Lottomatica,SIR Tabaccai, ma pagando unamaggiorazione di cinquanta centesimi a biglietto. Attenzione però ad un particolare: il viaggio potrà essere sostituito solo una volta e rigorosamente entro le ore 23:59 del giorno precedente la data indicata sul biglietto. Chi cambiasse idea dopo, insomma, sarà costretto a rinunciare al rimborso.

La nuova politica, spiega Trenitalia, è motivata con il contrasto all’evasione. Ma quale prezzo? A pagare saranno I cittadini, costretti a dover pianificare ogni singolo viaggio, attenendosi ad un iter troppo complicato anche solo in teoria, figuriamoci nella pratica!

L’associazione Assoutenti, da sempre a fianco dei pendolari e dei Comitati inerenti, ha già puntato il dito contro la complessità della procedura di cambio data. “Siamo perfettamente d’accordo con la lotta all’evasione, ma deve essere fatta con più controlli e non complicando la vita a chi viaggia”, ha dichiaratoFurio Truzzi, presidente di Assoutenti. “La procedura per il cambio di data sui biglietti per i regionali non deve essere diversa da quella dei Frecciarossa, il sistema informatico deve consentire di farlo con rapidità e facilità. Avevamo già chiesto all’AD di Trenitalia Barbara Morgante che venisse garantita la parità di trattamento nella bigliettazione, per questo siamo già pronti a muoverci per tutelare i viaggiatori e ribadiamo che dal 1 agosto questa nuova struttura dovrà essere corretta. Vigileremo sulle code alle biglietterie e soprattutto sul sistema online, che con questa nuova procedura rischia di dar vita a grosse disparità. Non ci devono essere passeggeri di serie A e di serie B».

,

Differenziata porta a porta, associazioni verso la firma del protocollo con Amiu

Sta per terminare il conto alla rovescia che vedrà l’entrata definitiva del nuovo sistema di differenziata nelle case dei genovesi. Partita da Colle degli Ometti, dal 1° luglio la raccolta sbarcherà anche a Quarto Alta, con la sparizione dei bidoni stradali e un sottofondo di proteste sempre più insistente. Il sistema porta a porta fa discutere eccome: le prime rimostranze erano partite lo scorso dicembre da Marassi, dove Assoutenti, insieme al comitato spontaneo che si era costituito nel quartiere, aveva raccolto centinaia di firme per passare alla raccolta con il sacchetto anzichè con il “mastello” o per lo meno convincere il Comune ed Amiu a venire incontro alle richieste dei cittadini, obiettivo che alla fine è stato raggiunto, tanto che in quel quartiere tutto verrà discusso a tempo debito. Continua a leggere

,

Differenziata a Quarto Alta, Amiu accetta il rinvio: ora parlano i cittadini!

Il “Comitato raccolta differenziata Quarto Alta e Colle degli Ometti”, Assoutenti, Lega Consumatori e le altre associazioni dei consumatori, anche grazie alle sollecitazioni del Municipio e dei suoi consiglieri, sono riusciti ad ottenere da Amiu il rinvio delle nuove modalità di raccolta differenziata, richiesto durante l’assemblea del quartiere dello scorso 22 giugno. Continua a leggere

,

Spiagge libere in Liguria: la battaglia di Adiconsum

Dal 2007 vanno avanti le iniziative di Adiconsum Liguria per dotare gli arenili di spiagge libere, accessi, rendere percorribile la battigia e non solo. L’associazione lotta affinchè i singoli comuni riqualifichino i loro litorali oggetto di cementificazioni selvagge, costruzioni disomogenee ed incoerenti, barriere alla percorribilità (bisognerebbe riportare gli stabilimenti balneari, specialmente dove c’è poco arenile, a essere scarni, con strutture amovibili, con cannocchiali di vista, eliminando nei casi di limitatezza campetti di calcio e tennis, molte volte si replicano situazioni tipo condominio). Continua a leggere

,

Prima di tutto la Salute – i nostri obiettivi per il 2016

In occasione della presentazione del Bilancio sociale 2015, Assoutenti Liguria ha promosso l’evento “Prima di tutto la salute” interamente dedicato alla sanità e agli obiettivi che l’associazione cercherà di raggiungere nel corso del 2016 coinvolgendo imprese, istituzioni e movimenti sociali. Queste le proposte di lavoro:

  • I “malati fantasma” affetti da patologie non riconosciute dal SSN come la Fibromialgia

→    Cosa chiede Assoutenti? Che la patologia venga riconosciuta invalidante, con relative esenzioni e punteggi di invalidità, che venga costituito un centro specifico di riferimento regionale e diffusi protocolli diagnostici e di cura, che si provveda alla formazione di medici di base e specialisti e vengano istituite nelle Asl terapie di gruppo riabilitative

  • L’assistenza domiciliare come alternativa complementare alle RSA/RP e alle “case di riposo” e il monitoraggio di queste ultime a cura delle associazioni dei consumatori

→    Cosa chiede Assoutenti? Il potenziamento dei servizi domiciliari e la revisione non formale delle Carta dei Servizi, con l’invio di propri operatori adeguatamente formati per controlli a sorpresa

  • L’inquinamento urbano, dovuto sia al traffico che alle prevalenti attività industriali

→    Cosa chiede Assoutenti? L’intervento della magistratura per verificare se nelle attività di tutela ambientale si siano verificati illeciti, una revisione attenta delle centraline per acquisire dati più attendibili e un referendum consultivo per la reintroduzione dei tram nella città di Genova, che garantirebbero un trasporto pubblico a impatto ambientale zero

  • La sana alimentazione, dal campo alla tavola (etichettature e pesticidi, nutrienti e allergie)

→    Cosa chiede Assoutenti? Il potenziamento dei servizi di controllo anche tramite la preziosa collaborazione del Laboratorio chimico di Savona della Camera di Commercio, che potrebbe esaminare su richiesta delle associazioni dei consumatori la qualità e la composizione degli alimenti, soprattutto se importati dall’estero, ed eventualmente rintracciare la presenza di pesticidi; il rilancio dell’etichettatura pianesiana, che potrebbe essere adottata in via sperimentale dai piccoli produttori alimentari liguri così come dalle grandi catene di distribuzione che operano nella regione, come Coop, Basko ed Esselunga

,

Fibromialgia, una lotta che dura più di un giorno

Quest’anno per la prima volta anche Genova è stata protagonista della giornata internazionale per la Fibromialgia. Il 12 maggio in via XX Settembre il Comitato per il riconoscimento della Fibromialgia, con il patrocinio della Regione Liguria e del Comune di Genova e con la collaborazione di Assoutenti LiguriaAisf Onlus,Comitato IMI, Adas Onlus e Altra Società, ha organizzato un punto d’informazione per sensibilizzare la cittadinanza ma non solo.

Il comitato ha presentato le sue richieste alla Regione Liguria, ovvero:

  • che la patologia venga riconosciuta invalidante, con relative esenzioni e punteggi di invalidità
  • che venga costituito un centro specifico di riferimento regionale
  • che vengano prodotti e diffusi protocolli diagnostici e di cura
  • che si provveda alla formazione di medici di base e specialisti
  • che vengano istituite nelle Asl terapie di gruppo riabilitative
  • che venga costituito un apposito registro regionale

Questi sono solo i primi passi per cercare di alleviare le sofferenze di chi è affetto da Fibromialgia, una patologia da troppo tempo considerata invisibile, ma che può colpire chiunque, anche i soggetti più giovani.

Aderisci anche tu al Comitato per il Riconoscimento della Fibromialgia, tramite l’omonima pagina Facebook, oppure telefonandoci ad uno dei nostri numeri 010 540256 – 010 8691845 o scrivendo una mail a  info@assoutenti.liguria.it.